SPEDIZIONE GRATUITA per ordini di importo superiore a 30€

Conservazione con Quattro Stagioni

Cosa c'è di meglio che fare colazione con una marmellata fatta in casa? O offire ai vostri amici un antipasto sfizioso con i sottaceti preparati da te?


I migliori amici delle tue conserve sono i vasi Quattro Stagioni: il mastice delle capsule è più spesso ed elastico del normale e risulta permeabile ai gas e impermeabile ai liquidi.


È questo il segreto della perfetta conservazione: l’aria contenuta nel vaso durante la cottura può liberamente dilatarsi e fuoriuscire attraverso i pori del mastice, senza che penetri acqua. Con Quattro Stagioni potrai conservare in modo pratico, gustoso e sicuro tantissimi alimenti, ecco qualche consiglio!

consigli-pratici

Consigli pratici

  • Usa sempre fratta e verdura perfettamente fresca, matura e lavata in una soluzione acidula (miscela di acqua e limone o aceto).
  • Lava i vasi e le capsule Quattro Stagioni in acqua calda ma non bollente.
  • Usa sempre capsule nuove, il cui mastice ne garantisce la tenuta ermetica.
  • Riempi i vasi minimizzando gli spazi vuoti e facendo uscire le bolle d’aria con un cucchiaio.
  • Copri interamente gli alimenti con il liquido di governo.
  • Pulisci bene i bordi dei vasi prima di chiuderli.
  • Riponi i vasi pieni, senza sovrapporli, in un luogo fresco, asciutto e al
  • Etichetta ogni vaso indicando data di produzione e contenuto. Ricorda che dovrai aspettare almeno 60 giorni prima di poter gustare la vostra creazione!
  • Quando apri un vaso, verifica che sia sottovuoto accertandoti che il coperchio sia ancora abbassato al centro e che aprendosi faccia il classico rumore secco.
consigli-pratici

I metodi di conservazione

Pastorizzazione tramite bollitura

Una volta riempiti e chiusi i vasi, ponili in una pentola con i coperchi rivolti verso l'alto e avvolti in un canovaccio per evitare urti. Copri i vasi con acqua fredda e porta a bollore, chiudi poi la pentola con un coperchio e lascia cuocere per il tempo necessario. Se durante la cottura il livello dell'acqua dovesse calare, aggiungi altra acqua bollente. Lascia poi raffreddare i vasi nell'acqua di cottura ed estraili afferrandoli per il vetro.

Pastorizzazione a caldo

Preriscalda i vasi e riempili con la preparazione appena cotta ancora bollente, chiudili e capovolgili. Lasciali capovolti almeno 15 minuti, poi girali e lasciali raffreddare completamente.

Salamoia

Dopo averlo cotto, copri il cibo con una soluzione di acqua e sale (almeno 50 grammi per litro d'acqua), aromatizzata o meno. Invasa poi nei vasi avendo cura di minimizzare gli spazi vuoti, e chiudi con la capsula.

Sottaceto

Lessa le verdure con i tuoi aromi preferiti, invasarle nei vasi e ricoprile con l'aceto, che avrai fatto bollire a parte. Chiudi poi i vasi con le capsule.

Sottolio

Sbollentare le verdure in una soluzione acida (¾ d'aceto e ¼ d'acqua). Una volta cotti, disponi gli alimenti nei vasi limitando gli spazi vuoti, ricopri con olio e chiudi le capsule.

consigli-pratici

Per una marmellata perfetta

Scegli frutta non trattata on anticrittogamici e conservanti, biologica e di provenienza certificata. Per riconoscere il giusto punto di cottura, preleva una piccola quantità di marmellata con un cucchiaino e lasciane cadere una goccia su un piatto. Se la goccia si attaccherà senza contorno acquoso, la marmellata è pronta!
Per ottenere una marmellata più densa, cuoci brevemente la frutta prima di zuccherarla. Puoi anche unire una mela, ricca di pectina, ad ogni chilo di frutta molto acquosa.
Per evitare marmellate troppo dolci, fai caramellare lo zucchero prima di mescolarlo alla frutta. Aggiungi poi un paio di bicchieri di grappa e procedi come da ricetta.
Mescola a cottura ultimata alla preparazione un po' di succo di limone. Combatterà l'ossidazione della frutta e potenzierà il potere addensante della pectina.

I nostri Designer
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER per essere aggiornato su novità e promozioni
Iscrivendomi accetto l'informativa sulla privacy

Attendere prego...